Organizzazione

L'Istituto professionale G. leopardi in ARTI AUSILIARE DELLE PROFESSIONI SANITARIE, INDIRIZZO OTTICO,mira alla formazione di giovani capaci di rispondere alla domanda di specializzazione espressa dal tessuto produttivo.

La qualifica triennale professionale per tecnico del settore ottico ha come fine la formazione di una figura professionale come:OPERATORE MECCANICO,in grado di approntare ed eseguire lae fasi di lavorazione necessarie al confezionamento degli occhiali seguendo le indicazioni dell'ottico;ha possibilità di essere assunto da laboratori ottici sia artigianali che industriali.

la maturità professionale e il successivo anno di abilitazione consente al giovane di gestire un'attività autonoma in qualità di ottico.

Sarà possibile,inoltre, accedere a qualsiasi facoltà universitaria,in particolare ai corsi di laurea in medicina/oculistica,ai corsi parauniversitari di specializzazione in optometria e ortottica.

Profilo professionale

Il Diplomato possiede le competenze di ottica ed oftalmica necessarie per realizzare, nel laboratorio oftalmico, ogni tipo di soluzione ottica personalizzata  per confezionare, manutenere e commercializzare occhiali e lenti, nel rispetto della vigente normativa.

E' in grado di:

  • utilizzare in modo adeguato materiali, leghe, strumentazioni e tecniche di lavorazione e ricostruzione indispensabili per preparare ausili e presidi sanitari con funzione correttiva, sostitutiva, integrativa ed estetica per il benessere della persona;
  • utilizzare gli strumenti informatici di ausilio al proprio lavoro, nella tecnica professionale e nella gestione dei dati e degli archivi relativi ai clienti;
  • applicare le norme giuridiche, sanitarie e commerciali che regolano l'esercizio della professione;
  • dimostrare buona manualità e doti relazionali per interagire positivamente con i clienti.

Percorso di studi

Il percorso si articola in tre fasi:

  1. La prima fase si conclude al terzo anno con il conseguimento del Diploma di Qualifica Professionale per "OPERATORE MECCANICO OTTICO". Il qualificato rappresenta una figura intermedia in grado di approntare ed eseguire tutte le fasi di lavorazione necessarie al confezionamento degli occhiali seguendo le indicazioni dell'Ottico; sa comprendere gli aspetti tecnici del lavoro, adeguare la propria preparazione allo sviluppo delle nuove tecnologie e rendersi conto delle problematiche connesse alla tutela della salute. Nell'ambito del proprio livello operativo il qualificato conosce il funzionamento delle strumentazioni necessarie alla determinazione delle caratteristiche fisiche delle lenti e delle montature per occhiali; gestisce l'intero processo di confezionamento degli stessi sia in automatico che in maniera manuale; ripara una montatura sia attraverso procassi di saldatura che mediante la sostituzione di parti deteriorate; provvede alla piccola manutenzione di laboratorio.
  2. La seconda fase si conclude al quinto anno con il conseguimento del Diploma di Stato di "OTTICO". Il corso post-qualifica consente di conseguire il diploma di Ottico, diploma di scuola secondaria superiore valido a tutti gli effetti per poter accedere a tutte le facontà universitarie, nonché poter partecipare a tutti i concorsi pubblici ove questo è richiesto.
  3. La terza fase si conclude con il conseguimento dell'Attestato di Abilitazione all'esercizio dell'Arte Ausiliaria Sanitaria di Ottico.     L'abilitazione all'esercizio della professione viene fornita dalla nostra  scuola mediante un  esame successivo all'Esame di Stato.

L'abilitato sarà in grado di:

  1. Realizzare ausili ottici su prescrizione del medico e nel rispetto della normativa vigente.
  2. Assistere tecnicamente il cliente , nel rispetto della prescrizione medica, nella selezione della montatura e delle lenti oftalmiche sulla base delle caratteristiche fisiche, dell'occupazione e delle abitudini.
  3. Informare il cliente sull'uso e sulla corretta manutenzione degli ausili ottici forniti.
  4. Misurare i parametri anatomici del paziente necessari all'assemblaggio degli ausili ottici.
  5. Utilizzare macchine computerizzate e amnuali per sagomare le lenti e assemblarle nelle montature in conformità con la prescrizione medica.
  6. Compilare e firmare il certificato di conformità degli ausili ottici nel rispetto della prescrizione medica 
  7. Definire la prescrizione oftalmica dei difetti visivi.
  8. Aggiornare le proprie competenze relativamente alle innovazioni scientifiche e tecnologiche, nel rispetto della vogente normativa.

Visite

160724
Oggi
Ieri
Settimana
Mese
Totali
44
69
113
4270
160724

2017-10-24 11:21:03

Bacheca Digitale

Visita la nostra Bacheca Digitale per tenerti sempre aggiornato sulle attività scolastiche.

Bacheca Digitale